Registro Di Carico E Scarico Rifiuti Chi Lo Deve Tenere

Registro Di Carico E Scarico Rifiuti Chi Lo Deve Tenere Registro Di Carico E Scarico Rifiuti Chi Lo Deve Tenere

Devono tenere il registro di carico e scarico: Altri tipi di registri di carico e scarico -gestori dei centri di raccolta comunali limitatamente alla frazione di rifiuti urbani pericolosi in uscita dai centri di raccolta se autorizzati ai sensi dellart, , , (art comma 5 quater). Nel caso di un cantiere, per effetto del coordinato disposto dagli artt. comma 3 lettera b), ter comma 2 lettera a) e comma 1 del D.Lgs e s.m.i. le imprese edili sono escluse dallobbligo di tenuta del registro di carico-scarico (previsto dallart. n e s.m.i.) se in cantiere, a prescindere dal. Il registro di carico e scarico deve essere vidimato, prima del suo utilizzo, presso la Camera di Commercio territorialmente competente per lunità locale in cui vengono prodotti i rifiuti, e deve essere conservato per cinque anni dalla data dellultima registrazione.

Nome: registro di carico e scarico rifiuti chi lo deve tenere
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: MacOS. iOS. Windows XP/7/10. Android.
Licenza:Solo per uso personale
Dimensione del file: 50.54 Megabytes

REGISTRO DI CARICO E SCARICO RIFIUTI CHI LO DEVE TENERE - Fazerblogs

Il registro di carico e scarico riguarda la qualità e la quantità degli scarti, e permette di compilare una volta all'anno il modulo da presentare alla Camera di Commercio di competenza nel vostro territorio. Ecco come poterlo correttamente compilare. Quest'ultimo articolo è stato completamente modificato dalla recente L. La normativa prevede due formulari: il modello "A" che riguarda chi gestisce rifiuti con detenzione ed il modello "B" per chi gestisce senza detenzione.

Entrambi devono essere numerati e vidimati presso la Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura competente, con le identiche modalità concernenti i registri IVA. Una volta acquistato il registro di carico e scarico rifiuti presso una qualsiasi cartoleria ben fornita, si procede alla sua intestazione con i dati della ditta produttrice di rifiuti.

Questo perché il registro di carico e scarico è una fotografia del deposito dei rifiuti, sul registro devono essere annotati tutti i rifiuti prodotti e non è sufficiente, come spesso si crede, registrare il formulario quando i rifiuti vengono smaltiti. Vediamo nel dettaglio chi è tenuto alla compilazione: Le aziende che operano nel settore dei rifiuti: parliamo ad esempio dei trasportatori professionali, degli impianti di recupero o smaltimento e degli intermediari Tutti coloro che nel corso della propria attività producono rifiuti pericolosi Chi produce solo rifiuti non pericolosi, se questi derivano da lavorazioni industriali, artigianali o da trattamenti delle acque.

Come si compila il registro di carico e scarico dei rifiuti?

Ecco qualche consiglio per compilare al meglio il registro di carico e scarico: Vidimare il registro in camera di commercio prima di iniziare ad utilizzarlo. Un registro non vidimato non ha valore, è come non averlo. I registri di carico e scarico di cui al decreto del Presidente della Repubblica 10 settembre 1982, n.

Il presente decreto entra in vigore il trentesimo giorno successivo a quello della pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana. Sul Registro devono essere riportati il carico e lo scarico dei rifiuti speciali pericolosi prodotti ma è consigliabile riportare anche le informazioni di carico e scarico di quelli non pericolosi.

Il Registro di Carico e Scarico deve: essere tenuto presso gli impianti di produzione. Il formulario stesso, inoltre, dovrà essere conservato presso i suddetti soggetti non obbligati alla tenuta dei registri di carico e scarico.

La circolare di cui sopra fornisce le seguenti precisazioni e chiarimenti operativi in merito alla modalità di tenuta e di compilazione del registro di carico e scarico: il registro di carico e scarico, deve essere completato con i dati relativi alla ditta, alla residenza e al codice fiscale prima della vidimazione. Chi deve tenere il registro di carico e scarico dei rifiuti La gestione amministrativa dei rifiuti è un aspetto che deve essere affrontato regolarmente in tutte le aziende produttive e non solo, anzi, sono poche le aziende così fortunate da poter semplicemente archiviare i formulari. Le novità sui registri di carico-scarico rifiuti. Finalmente sono state modificate (adeguandole) le disposizioni su Registri di carico e scarico e Formulari Identificazione Rifiuti, in funzione della mancata piena operatività del SISTRI, anche in rapporto ai rifiuti speciali non pericolosi, ai quali il SISTRI non si applica, anche se si tratta di una revisione formale.

Nel caso in cui il trasportatore sia costretto a cambiare destinatario, ad esempio perché quello previsto è impossibilitato a ricevere il rifiuto, il nuovo percorso e il nuovo destinatario, nonché i motivi della variazione, devono essere riportati nell'apposito spazio del formulario riservato alle "annotazioni". In questo caso, nel registro dovranno essere indicate le date di inizio e di fine trasporto e nel caso in cui i registri siano tenuti mediante strumenti informatici, il modulo continuo da utilizzare deve essere conforme al modello riportato negli allegati A o B al decreto ministeriale n.

I medesimi soggetti devono tenere, inoltre, il registro previsto dal regolamento di cui al decreto legislativo 30 aprile 1992, n. Tra i due registri esiste un evidente rapporto di integrazione.

Il Registro di Carico e Scarico Rifiuti. Il Registro di Carico e Scarico costituisce la base informativa per la compilazione annuale del MUD in quanto contiene tutte le informazioni relative a quantità e qualità dei rifiuti prodotti eo trasportati, recuperati, smaltiti, intermediati dallazienda. Il registro di caricoscarico è un vero e proprio registro di contabilità dei rifiuti e costituisce prova della tracciabilità dei rifiuti, della loro produzione e del loro invio a recupero o smaltimento vi sono annotati i movimenti di carico e scarico dei rifiuti. Quando di parla di carico si intende quando un rifiuto viene prodotto, quando unazienda si carica di un qualsiasi. Chiunque omette di tenere o tenga in modo incompleto il registro di carico e scarico relativamente ai rifiuti non pericolosi è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da Euro ,00 a Euro ,00 La sanzione è ridotta da Euro ,00 a Euro ,00 nel caso di imprese che occupano un numero di unità lavorative inferiore a